Diario di Grails (settimana 35 e 36 del 2016)

Il seguente testo è la traduzione italiana del post Grails Diary – Week 35 and 36 in 2016 scritto da Jacob Aae Mikkelsens (i tweet non saranno tradotti in quanto si rischia di snaturarne il significato). 

Questa edizione del Grails Diary è molto più lunga rispetto alla precedente, dimostrando che l’ecosistema Groovy è vivo e vegeto! Un sacco di nuovi rilasci e alcune richieste di feedback caratterizzano questa edizione.

Il team OCI dietro a Grails vuole sentire il vostro parere sulle “caratteristiche che vorreste vedere nelle future versioni Grails?” Se hai un’idea sul futuro dell’integrazione tra Angular e Grails, per favore rispondi al sondaggio.

Il team Grails ha rilasciato Grails 3.1.11, con bug fixes e minor improvements. Rilasciato Grails 3.2 Release Candidate 1, dove la notizia più importante è GORM 6.0, supporto a RxJava, build script con Gradle 3.0 e supporto a Spring Boot 1.4. Il manuale di Grails 3.2, che comprende una sezione sulle novità rivela anche un ritorno del comando “run-script” da Grails 2, la possibilità di saltare il processo di bootstrap tramite una system property, un migliore supporto HAL e alcune modifiche al data binding con il body di una request (i body delle richieste in GET e DELETE saranno ignorati dal data binding).

Per il rilascio di cui sopra, GORM 6.0 RC1 è stato rilasciato. I dettagli sul sito web GORM. Particolarmente utili sono gli esempi di utilizzo di GORM 6 per Hibernate 5 da Grails, Spring Boot e Standalone.

Brandon / Area 432 ha costruito un clone “Craigslist” per testare Grails 3.2 con Gorm 6 multi-tenancy, che è un buon modo per vedere multi-tenancy utilizzando discriminatorssubdomain tenant resolver. È possibile trovare i sorgenti su Github Multi-tenancy, in breve è un set di dati diverso per ogni utente (tenant). Multitenancy permette di separare completamente i dati attraverso lo strato database.

Il video dell’ultimo Spring meetup di Groovy Grails Boston tenuto da Ken Kousen è disponibile nella sezione video, ma vale la pena notare che lo User Group ora può anche essere seguito su Twitter, proseguendo con il canale Youtube

Dal DFW User Group di Groovy & Grails, il meetup di settembre è stato caratterizzato dal talk di David Clark che parla di High Performance Groovy. Sorgenti e slide sono disponibili qui

Disponibile Ratpack 1.4.2! Questo rilascio sistema diversi problemi con il client HTTP e il Server Sent Events. I dettagli si possono trovare nella lista dei problemi.

Se sei un utente Groovy su Windows, dovresti dedicare un momento per aiutare Keegan Witt a testare le versioni “binary” per Windows. Guarda i dettagli su Groovy Mailinglist

Il team Gradle ha rilasciato la release candidate di Gradle 3.1. Contiene il supporto per build composite, aumento della velocità della risoluzione delle dipendenze specialmente per Android, miglior supporto a Play 2.5 e altro.

Craig Burke ha rilasciato una versione aggiornata del plugin client-dependencies-gradle, che consente di dichiarare le dipendenze lato client in build.gradle da Bower, NPM o git. Ci sono anche contributi accreditati a Janne Ruuttunen. (Battuta interna: Kyle Boon non ha bloggato nell’ultima settimana o nelle ultime due, quindi il punto va a Craig questa settimana)

Il sito di GrooCSS che si trova su groocss.org è stato molto apprezzato, ed è stato spostato sulle pagine di Github. Nel frattempo è stata rilasciata la versione 0.7 di GrooCSS! E ‘disponibile su Bintray.

Qualche volta si trova della bella documentazione nelle risposte su Stack Overflow. Mi sono recentemente imbattuto in “How do you exclude implicit Groovy closure classes from JaCoCo test resport with Gradle“, che spiega come si può fare in modo generalizzato anche se si hanno test multipli e task JacocoReport.

Grooscript, il transpiler da Groovy a JavaScript, è stato aggiornato alla versione 1.3.0. Il changelog di Grooscript riporta: test di PhantomJs, librerie jQuery e Observable rimosse, un jar più piccolo e con meno dipendenze, la build è aggiornata a Gradle 3, ed ha migliorato la velocità di conversione.

Burt Beckwith, che ha tenuto l’ottimo keynote lo scorso anno al GR8Conf l’India, è stato annunciato in qualità di relatore per l’edizione di gennaio della conferenza. Ricordate che la Call for Papers è aperta sia per GR8Conf India nel mese di gennaio che per il GR8Conf UE di giugno.

 

Podcast e Video di presentazioni

Blog, Articoli, ecc.

Grails 3 Plugins Aggiornati

  • embedded-mongodb (1.0.1) Esegue un database mongo embedded per integration test o test funzionali.
  • segment (2.0.5) plugin Grails Segment.
  • slack (3.1.1) Plugin Integrazione Grails Slack.
  • actuator-ui (1.1) Plugin Grails actuator-ui.
  • gravatar (1.0.2) Plugin Grails per visualizzare avatars da Gravatar.
  • sass-asset-pipeline (2.11.2) Fornisce un facile e veloce supporto a file .sass e .scss per Transpiling verso CSS. Questo plugin sfrutta jsass e libsass per ottenere le migliori performance.
  • less-asset-pipeline (2.11.2) Compilatore LESS per Asset-Pipeline.
  • handlebars-asset-pipeline (2.11.2) Fornisce il supporto nativo ai file Handlebars nella asset-pipeline. Converte facilmente i file .hbs o .handlebars in javascript template cache da utilizzare con il runtime handlebars.
  • ember-asset-pipeline (2.11.2) Converte facilmente i file .hbs o .handlebars in javascript template cache.
  • compass-asset-pipeline (2.11.2) Fornisce  il supporto a Compass/SCSS utilizzando jruby runtime. Qualsiasi progetto Compass può essere adattato per per essere compilato/utilizzato dalla asset-pipeline
  • coffee-asset-pipeline (2.11.2) Processa in maniera semplice i file coffee-script files con il plugin asset-pipeline. Il pacchetto include sia la jvm coffee runtime nonchè la possibilità di usare il modulo npm di coffeescript se rilevato.
  • asset-pipeline-grails (2.11.2) L’Asset-Pipeline è un plugin per la gestione dei assets statici di una applicazione Grails. Le funzioni di Asset-Pipeline includono l’elaborazione minificazione sia di dei files CSS che Javascript. Può anche essere esteso in modo da compilare anche altri tipi di asset, ad esempio CoffeeScript.
  • seed-me (3.0.9) Implementa una convenzione standard per aggiungere dati seed alla tua applicazione.
  • angular-scaffolding (1.0.0.RC3) Fornisce lo scaffolding per applicazioni AngularJS 1.x.
  • grails-views (1.1.0.RC2) Grails Views.
  • views-json-templates (1.1.0.RC2) Plugin Grails views-json-templates.
  • views-gradle (1.1.0.RC2) Plugin Grails views-gradle.
  • spring-security-oauth2-github (1.0.2) Questo plugin fornisce la possibilità di autenticarsi tramite il provider  Github-oauth. Dipende da grails-spring-security-oauth2.
  • cassandra (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • redis-gorm (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • rx-gorm-rest-client (1.0.0.RC1) Fornisce una implementazione di RxGORM Object Mapping per la comunicazione con web service REST .
  • neo4j (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • modninfobip (1.0.2) Infobip SMS Grails plugin.
  • rx-mongodb (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • mongodb (6.0.0.RC1) GORM for MongoDB.
  • hibernate5 (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • hibernate4 (6.0.0.RC1) GORM – Grails Data Access Framework.
  • facebook-sdk (2.7.0) Grails Facebook SDK plugin.
  • org.grails.plugins:enforcer (1.3.1) Un plugin per rafforzare le regole/permessi di business che lavora con Spring Security Core, facile da implementare e da estendere. Può anche essere usato come alternativa a Spring Security ACL.
  • cache (3.0.3) Grails cache plugin.
  • fields (2.1.3) Grails fields plugin.

Grails 2 Plugins Nuovi

Grails 2 Plugins Aggiornati

  • Redis Session Plugin Memorizza sessioni HTTP in un data store Redis.
  • Slack Plugin Questo plugin fornisce integrazione con Slack tramite Incoming Webhooks
  • Grails DataTables Plugin Questo plugin consente di aggiungere velocemente tabelle con molte funzionalità alla tua applicazione Grails. Utilizza l’eccellente plugin DataTables per jQuery creato da SpryM
  • Facebook SDK Plugin Il plugin Facebook SDK consente alla tua applicazione Grails di utilizzare la piattaforma Facebook e sviluppare applicazioni Facebook su Facebook.com o su siti web (con Facebook Connect). E’ un porting del SDK PHP ufficiale di Facebook per Grails 2.0.
  • The Enforcer Plugin Un plugin per rafforzare le regole/permessi di business che lavora con Spring Security Core, facile da implementare e da estendere. Può anche essere usato come alternativa a Spring Security ACL.

Tweet Interessanti

Conferenze e incontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *